Altino

Ad Altino si svolse una cruenta battaglia per la conquista del paese che rientra nella più complessa rete di scontri per il superamento della barriera costituita dai fiumi Sangro e Aventino.

Mentre alcune teste di ponte erano già state realizzate più a valle, il 22 e 23 novembre 1943 le truppe indiane e inglesi provarono a creare un’ulteriore forzatura nella rete difensiva tedesca attaccando sulle colline di Altino, su monte Calvario e in località Sant’Angelo.

Il 21 novembre l’operazione fu preceduta da un intenso fuoco da entrambi i fronti. L’artiglieria alleata si abbatté su Sant’Angelo mentre i tedeschi bombardarono delle truppe che si muovevano a valle. I tedeschi si misero in allerta e nonostante le truppe indiane attaccassero in piena notte, non si fecero cogliere di sorpresa. Dopo aver guadato il fiume Sangro, gli Alleati iniziarono la scalata al Monte Calvario ma furono colti da delle violente raffiche di mitragliatrice nemica. L’attacco continuò, grazie anche a pronti rinforzi di uomini e di mezzi corazzati, e i tedeschi dovettero cedere la posizione. Monte Calvario era conquistato. Le truppe inglesi intanto si accingevano a tentare la conquista della località Sant’Angelo e nonostante il violento contrattacco tedesco, si riuscì a scalzare la presenza nemica.

Queste posizioni avanzate sul lato sinistro del Sangro si rivelarono però precarie per l’impossibilità di far con fluire i rinforzi a causa dell’improvviso ingrossamento del fiume che spazzò tutti i collegamenti fra le due sponde, travolgendo gli uomini e animali che  tentavano l’attraversamento. I feriti della battaglia non poterono essere soccorsi e ciò aggravò il bilancio delle perdite. Il mancato rinforzo fu utilizzato prontamente dai tedeschi che contrattaccarono immediatamente costringendo gli Alleati a ritirarsi sulle rive del Sangro.

I tedeschi preferirono comunque abbandonare queste località e ritirarsi su Gessopalena, ricevendo nel frattempo anche il plauso personale di Kesserling per la determinazione nel difendere le proprie postazioni. Il 24 novembre gli indiani, avendo avuto sentore della ritirata tedesca, ritornarono sulle colline ormai libere e conquistarono definitivamente la cima di Monte Calvario. Gli inglesi invece si dirigevano verso località Sant’Angelo. Il giorno dopo, il 25 novembre, anche il centro abitato di Altino sarebbe stato occupato dalle truppe indiane e liberato.

  • Monumento ai Combattenti :Presso l’area verde Silvestrina, il 5 settembre del 2015 è stato inaugurato un monumento in ricordo dei combattenti della battaglia di Monte Calvario di Altino, svoltasi nel novembre del 1943.
Comune di Altino, Via San Pietro

Tel. 0872.985121

www.comune.altino.ch.it

  • Torino di Sangro
  • Fossacesia
  • Paglieta
  • Mozzagrogna
  • Lanciano
  • Sant'Eusanio del Sangro
  • Altino
  • Casoli
  • Roccascalegna
  • Gessopalena
  • Torricella Peligna
  • Montenerodomo
  • Pizzoferrato
  • Gamberale
  • Ateleta
  • Roccaraso
  • Rivisondoli
  • Castel di Sangro
  • Scontrone
  • Alfedena